Novità

  • Novità
  • Notifiche
Cerca
Cerca centinaia di slot machine, bonus e casinò online

Cronologia ricerche

Cancella

Impossibile
caricare la notifica.

Ricarica

Non hai
nessuna
notifica.

Ricarica
Vedi tutto

Impossibile
caricare la notifica.

Ricarica

Non hai
nessuna
notifica.

Ricarica
Vedi tutto
come fregare le slot

Come fregare le slot: tutti i tentativi di hackerare le macchinette

Truffare le slot machine. Oggi siamo qui per parlare di un tema che ispira numerose fantasie, mettendo in ginocchio i più esperti giocatori di tutto il mondo. Sono in molti che sperano di trovare il giusto hack delle slot che gli permetterà di vincere grande. E non solo vincere contro la fortuna, ma di vincere contro il sistema!

Facciamo subito un paio di domande per aprire il tema sulle possibilità di fregare le slot machine:

  1.  Le slot sono delle macchinette? (Si.)
  2. Sono fondate sulla fortuna ma sono costruite in base a un algoritmo/ meccanismo creato dall’uomo e come tale teoricamente decifrabile? (Si.)
  3. Se vi fosse davvero un sistema per manomettere le slot (che siano terrestri o virtuali), l’autore starebbe qui a scrivere un blog e divulgare le proprie conoscenze all’intero popolo italiano presente sul web? (Magari no.)
  4. E se fossi tu quel genio matematico capace di farlo, saresti qui a consultare lo stesso articolo che alla fine non fa altro che fornire fatti e curiosità sul tema? (Anche qui avremmo qualche dubbio.)

A noi piace aprire i dibattiti e discutere su temi rilevanti al gioco d’azzardo proponendo argomenti che incuriosiscono e pongono domande. Nonostante ciò, facciamo tifo sempre per il gioco sicuro, responsabile e legale.

Craccare il sistema delle macchinette slot calza perfettamente nelle faccende illegali, non permesse dalla legge né in Italia né altrove, e implica severe sentenze che non auguriamo ai nostri lettori.

Va detto che nel bene o nel male, nel mondo odierno il denaro va guadagnato o ricevuto in donazione (o prestito). Tutti gli altri metodi che non comprendono il merito sono considerati un furto.

Senza nessun’intenzione di farti mandare in carcere, vogliamo documentare fatti di cronaca storici su metodi di truffa utilizzati per fregare le macchinette e al massimo ispirare un dialogo sul nostro forum o una mente creativa che creerà un film su quanto scritto.

Da che tempo è tempo: trucchi slot machine

È vero che dal momento stesso della nascita delle slot comparvero le prime riflessioni sulle tattiche e strategie per vincere alle slot. Arrivarono presto anche i giocatori truffaldini che cercarono di “sconfiggere il sistema” manipolando sia le slot da bar e casinò terrestri, che quelle online arrivate più tardi.

È vero anche che nel passato, quando in giro vi furono molte meno slot in circolazione, alcuni riuscirono a comprometterle! Gli uni per farle riscuotere grandi vincite inaspettate e gli altri per farle perdere più del previsto.

Tra metodi più utilizzati da imbroglioni che volevano truccare le slot per vincere, quelli più popolari sono:

  • Alterazioni di codici
  • Magneti
  • Monete
  • Cellulari
  • Dispositivi speciali
  • Malfunzioni di Software e Hardware

Bisogna dire che tutte le manomissioni delle slot accadevano in assenza di adeguato controllo dei gestori e giocatori quanto in Italia tanto all’estero. Oggi per fortuna, con diversi Enti regolatori tra ADM e Sogei che monitorano gli apparecchi distribuiti in Italia e connessi al circuito AAMS, i furfanti di entrambi i lati vengono immediatamente riconosciuti e multati per azioni disoneste.

Inoltre, i giocatori di oggi sono molto più informati su come funzionano le slot e settore del gioco, e piuttosto di diffidare del sistema, apprezzano il fatto di poter contare su un ambiente di gioco sicuro e corretto.

Detto ciò, possiamo iniziare con il nostro album di ricordi sui più interessanti tentativi di imbroglio registrati nel grande diario d’azzardo mondiale. La nostra raccolta sarà piena di fun facts su truffatori dei giochi di slot che ti farà intrattenere e scoprire qualche dato in più sul tuo gioco preferito.

PS. In basso troverai alcuni nomi dei personaggi più famosi colpevoli di alcune delle popolari truffe sulle slot eseguite nella storia.

Idee da ingegnere: manipolare codici delle slot

Siamo negli anni 90 e un uomo americano, ingaggiato come ingegnere che eseguiva la manutenzione dei sistemi elettronici delle slot si fece venire l’idea di rigirare la situazione per ottenere molto di più dello stipendio mensile.

Il suo compito era di monitorare i codici sorgenti, proprio quelli che facevano funzionare la macchina stessa. Vi scopriremo più tardi il suo nome, per ora vi diciamo che ha utilizzato i codici a proprio vantaggio per ottenere la vincita di 100.000$.

Diciamo che aver ricevuto il licenziamento è stato il problema meno grave di quelli arrivati poco dopo.

Fregare le slot machine con campo magnetico

Gli anni 60 invece furono famosi per le slot che a differenza di oggi furono soggette alle manipolazioni causate dal cambiamento di campi magnetici.

Il condizionamento causato da impulsi elettromagnetici poteva far controllare le bobine. I magneti posti ai lati facilitavano la combinazione vincente desiderata che permetteva di scaricare l’apparecchio slot.

Appena i rulli facevano vedere i simboli allineati in una vincita, il truffatore poteva togliere il magnete e raccogliere la vincita.

Tutto ciò oggi non risulta possibile, con le macchinette VLT protette da campo magnetico e algoritmo delle slot online che viene determinato da Generatore di numeri casuali (RNG).

Truffe alle slot con monete

Qualche decennio fa, i bari utilizzavano diversi trucchi con monete per alterare il funzionamento delle slot. Oggigiorno tutti i locali con slot machine e VLT sono muniti della videosorveglianza, mentre le macchine da gioco fanno parte di sistemi controllati 24/24 grazie ai quali si fa presto a registrare le faccende illegali. Alcuni metodi di inganno sulle slot machine con le monete più famosi della storia sono:

Trucco del pesciolino o la moneta finta

Un metodo con diversi tentativi eseguiti dalla Cina agli States doveva far giocare senza spesa reale per il giocatore. Consisteva nell’inserimento di una moneta falsa, ovvero di un pendolo legato ad un filo o cavo metallico che avrebbe fatto “pensare” alla slot machine che il denaro fosse stato inserito, mentre invece la moneta viene tirata fuori.

Yo-Yo truffa

Molto simile sarebbe la truffa Yo-Yo con una moneta bucata al centro e legata al dito con una cordicella che avrebbe ugualmente fatto effettuare la ricarica falsa alla slot, permettendo di giocare senza mai aver investito veramente nella giocata.

Trucco con monete straniere o gettoni falsi

Siamo sempre nell’inganno eseguito tramite la parte della fessura “inserisci monete” della slot. In particolare, gli esempi descritti furono effettuati grazie al sensore di luce poco evoluto di una volta.

Il sensore utilizzato nell’epoca riusciva a registrare giusto la presenza dell’oggetto, al massimo il suo peso, senza poter identificare la natura o valore del gettone calato. Questo ha permesso ad alcuni truffatori di fregare la slot ovvero, giocare inserendo monete straniere o monete false.

Oggi lo stesso sensore risulta assai più avanzato e sofisticato e rende completamente impossibile un broglio del genere.

Dispositivi per le manipolare macchinette slot

A quanto pare, tra vari slot machine hack vi sono stati anche diversi dispositivi inseriti di qua e là che avrebbero dovuto influenzare il funzionamento della macchina.

La zampa della scimmia

Dietro questo curioso titolo è nascosta la bacchetta metallica attaccata con una corda di chitarra. La “zampa” venne inserita nella slot tramite una presa dell’aria e ruotata fino a toccare l’interruttore del serbatoio delle monete.

Bacchetta di luce

Una via di mezzo tra spada luminosa e bacchetta magica fu utilizzata per sbancare la slot impedendo il sensore ottico con il raggio di luce.

In questo modo la macchinetta non avrebbe potuto tenere conto della quantità di monete depositate, perdendo traccia anche sul contatore che avrebbe dovuto assegnare le vincite.

Imbrogli via hardware e software delle slot

Tutto qua? Beh, non proprio. L’evoluzione delle slot machine ha portato nuove possibilità di imbroglio, questa volta mettendo le mani su hardware e software per far pagare le slot.

Trucchi cinesi: manipolare le slot con smartphone

Una serie di manipolazioni che richiedono l’uso del cellulare per mandare in tilt la slot e scaricare la cassa di seguito sono state chiamate trucchi cinesi delle slot.

A quanto pare, alcune persone in Cina hanno tentato di ottenere delle vincite illegali tramite determinati software bluetooth alle app teoricamente abili a manipolare il risultato. Naturalmente, sono stati arrestati e tali applicazioni e programmi sono completamente proibiti anche nel nostro continente.

EMP e Slot jammer

Alcuni ritengono che questi aggeggi siano caratteristici dei giocatori della Cina, ma la rete ci informa dei reati commessi anche nelle aree geograficamente più vicine allo Stivale. In ogni caso, pare che EMP e Jammer abbiano funzionato davvero, anche se come sempre risultano altamente illegali per l’uso e/o compravendita all’interno Unione Europea.

Si tratta in pratica di oggetti che vengono ravvicinati alla macchinetta e che di seguito tramite diversi impulsi elettromagnetici influenzano l’elettronica delle slot alterando il risultato visualizzato sullo schermo.

Software glitch della slot

Andiamo più nello specifico della struttura di una slot, a parlare del software e le problematiche legate.

A volte il casinò non riesce a pagare un jackpot a causa del glitch del software. Un glitch è un errore del sistema innescato involontariamente. I bari più esperti nelle vicende di software sono stati ispirati da questo avvenimento e hanno cercato di studiare determinati pattern onde poter confondere la slot macchina e ottenere il glitch che pagava il jackpot.

Più spesso che mai, i glitch del software oggi vengono conclusi con il pagamento negato, proprio a causa di numerosi giocatori in malafede.

Rimpiazzamento del chip

La sostituzione del chip fu un altro metodo utilizzato per manipolare le slot all’epoca. Un giocatore statunitense comprò la macchina per cercare di riprogrammare il sistema e manipolare l’assegnazione del montepremi. Di seguito e ingaggio un gruppo di truffatori per sostituire il chip delle macchine con il suo chip alterato lungo i locali di Las Vegas.

Corda del pianoforte

Passiamo al hardware delle slot, ovvero agli elementi fisici e meccanici. Un altro caso curioso riguarda la manipolazione con la corda del pianoforte utilizzata negli anni 80.

Un gruppo di uomini riuscì ad aprire la slot e attaccare le corde del pianoforte al meccanismo, con l’intenzione di inceppare l’orologio interno che calcolava le rotazioni del rullo. Fatto ciò, era possibile manipolare tutti i futuri spin. Il jackpot fu vinto, ma l’imbroglio venne registrato e scoperto e finì con l’arresto immediato del vincitore.

Bari delle slot famosi

Giunti alla fine della nostra cronaca delle truffe utilizzate sulle slot machine, non possiamo non nominare i nomi delle persone responsabili dei casi più noti nella storia. Ecco a voi alcuni dei personaggi più particolari:

Tommy Carmichael

Tommy Glenn Carmichael è probabilmente il più noto truffatore della lista delle slot hacks della storia. Fu il primo a utilizzare la bacchetta di luce per manipolare i jackpot trasformando le vincite piccole in pagamenti massicci. Inoltre, lo stesso Tommy inventò anche la Zampa della scimmia.

Louis Colavecchio

Secondo alcune fonti, Colavecchio fu famoso per aver utilizzato le monete finte presso diversi casinò. Fu arrestato nel 1998 e rilasciato nel 2006. Poco dopo essere uscito dalla prigione riprese la vecchia abitudine, ma anche questa volta finì presto davanti al giudice.

Ronald Dale Harris

Colpevole non solo di aver derubato la slot machine ma anche di aver compromesso la fiducia della società nella quale lavorava. Ci spieghiamo. Harris fu impiegato come tecnico delle slot machine, le stesse che di seguito derubò.

Il suo compito fu di controllare codici EPROM delle macchine, mentre lui decise di riprogrammare i codici sorgenti per far pagare la slot dopo una determinata sequenza di monete inserite. Appena realizzò l’astuzia, Harris fu arrestato e licenziato.

Dennis Nikrasch

L’ex fabbro divenne furfante delle slot, che guidò uno dei più grandi furti dei casinò di Las Vegas, scippando oltre 15 milioni di euro nel corso di due decenni. Fu lui la mente dietro la riprogrammazione del chip di computer che ingaggiò la squadra di altre persone per portare alla fine la missione.

Pensieri finali

Crediamo che maggior parte di persone ragionevoli non avrebbe provato di truffare le slot machine, per gli altri vi sono sempre le leggi che circoscrivono e applicano le regole “del gioco”. D’altronde, a farla troppo facile, non vi sarebbe più il divertimento che sta a base di ciascun gioco.

Speriamo che abbiate gradito la nostra raccolta storica su tentativi di hackerare le slot e non vediamo l’ora di sentire i vostri commenti sul nostro forum.