Novità

  • Novità
  • Notifiche
Cerca
Cerca centinaia di slot machine, bonus e casinò online

Cronologia ricerche

Cancella

Impossibile
caricare la notifica.

Ricarica

Non hai
nessuna
notifica.

Ricarica
Vedi tutto

Impossibile
caricare la notifica.

Ricarica

Non hai
nessuna
notifica.

Ricarica
Vedi tutto
La cultura egizia ed il gioco d’azzardo

La storia dei giochi d’azzardo degli antichi Egizi

Dopo aver scoperto L’evoluzione del gioco d’azzardo in Cina, e Come si giocava nell’Antica Grecia oppure Com’era il gioco d’azzardo nell’Antica Roma, dobbiamo senza ogni dubbio recarsi verso la valle del Nilo, per scoprire qualcosa di più sul gioco d’azzardo in Egitto. Come tutti noi, ti sarai probabilmente chiesto da dove proviene il gioco d’azzardo? Dobbiamo ammettere che non è facile rispondere a questa domanda della provenienza primaria. Si considera che i primi a giocare ai dadi siano stati i greci antichi, tuttavia gli attrezzi del gioco d’azzardo furono trovati anche in Egitto, Cina e Italia. Cerchiamo adesso di scoprire qualcosa di più sulla storia dei giochi d’azzardo dell'Antico Egitto.

Le fasi iniziali del gioco d’azzardo

Le primissime fasi del gioco d’azzardo possono essere legate ai riti religiosi delle società primitive. Questo processo del rito era abbastanza semplice e lineare e comprendeva il lancio dei sassolini o bastoncini. Il risultato ottenuto veniva controllato contando se gli oggetti atterrati risultassero “pari” o “dispari”. Solitamente “pari” veniva considerato un segno positivo, mentre “dispari” non era tanto benvisto. Col passare del tempo, il processo era diventato più complicato, in particolare con l’introduzione di diversi pattern disegnati o incisi sugli oggetti. 

Lo sviluppo di questi rituali significava incoraggiare la fortuna nelle mani degli Dei di emanare i segni positivi e aiutare le persone. Le scommesse iniziali comprendevano un risultato basato sulla possibilità. Più tardi, il gioco d’azzardo è diventato una routine quotidiana, slegata dai riti religiosi. Prendendo più autonomia come gioco, l’azzardo in seguito verrà praticato anche con lo scopo di destinare il cuore della ragazza più bella, o a indovinare chi avrà la caccia più abbondante. 

Il gioco d’azzardo è nato da una routine quotidiana, parte del rito religioso, diventata poi un’attività a sé stante.

Il picco dell’azzardo è arrivato quando le persone hanno deciso finalmente di giocare con l’unico scopo di guadagnare il denaro.

I primi giochi

È ben noto il fatto che la culla della civiltà – la Mesopotamia, accoglie le tracce della specie umana datate 3100 a.C. Allora, non sorprende il fatto che alcuni dei primi attrezzi usati nel gioco d’azzardo sono stati trovati nei siti archeologici proprio in questa parte del mondo. In effetti, prime versioni dei dadi da gioco datati 3000 a.C. sono state ricavate in diversi siti archeologici in questa zona. Inoltre, diversi tipi di giochi da tavolo sono stati trovati in Egitto, come prova del desiderio umano già nel periodo antico, come quello dell’antico Egitto di divertirsi giocando ai giochi da tavolo abbastanza simili a quelli della società moderna. 

Alcuni reperti archeologici provano che già nelle fasi iniziali della civiltà umana, antichi egizi si divertivano giocando ai giochi da tavolo abbastanza simili a quelli odierni.

Uno di questi giochi, nominato Senet, potrebbe essere l’antenato dei giochi come scacchi e tric-trac (famoso anche sotto il nome backgammon), essendo uno dei giochi da tavolo più antico. Anche se le regole di questo gioco non sono sopravvissute tutte fino ad oggi, possiamo assumere con abbastanza sicurezza che incidono in grandi linee con giochi da tavolo odierni.

È stato dedotto dalle tracce trovate che gli attrezzi dei giochi da tavolo usati dagli antichi egizi spesso erano dadi o bastoncini, pedine e una tavola. I pedini venivano mossi sulla tavola in base al risultato ottenuto lanciando i dadi o bastoncini, e questo passaggio era a volte legato all’idea del passare dalla vita alla morte. Molti sono i dipinti che hanno documentato questi giochi, oltre ai veri e propri oggetti trovati nelle tombe ed altri siti archeologici. 

Il Medioevo 

Con l’arrivo del Quattrocento, tutta l’ammirazione europea verso i dadi è stata ridotta e indirizzata verso le carte da gioco, dandogli il titolo del gioco d’azzardo più popolare dell’epoca. Le carte da gioco sono state introdotte in Europa dall’Asia, espandendosi presto verso altre parte dell’Europa. Durante il Medioevo, anche la lotteria ha avuto la sua espansione. In piazza Sant’Ambrogio a Milano si presume sia stata tenuta la prima lotteria della storia italiana, con lo scopo, come tante altre di quell’epoca, di aiutare la cassa pubblica, come fosse una specie di piattaforma di finanziamento pubblico.

Gioco digitale d’azzardo e i giochi a tema Egitto

L’espansione della tecnologia di internet alla quale abbiamo assistito durante gli anni 90, ha inoltre portato l’opportunità di divertirsi giocando d’azzardo in rete. Fra primi fornitori che hanno offerto i giochi ai diversi casinò online mondiali sono stati CryptoLogic e Microgaming software. Nella storia più recente, diverse aziende dell’industria dell’iGaming hanno visto aumentare i ricavi rapidamente diventando imprese multimiliardarie. Tutte loro offrono una varietà impressiva di video slot e slot progressive, ed altri giochi casinò sviluppati da ormai tantissimi fornitori potenti. 

Fra le slot machine più popolari del mondo d’azzardo online di oggi, vi sono proprio le slot a tema Cleopatra e Egitto antico. I protagonisti di queste slot sono diversi – dai faraoni a diverse divinità egizie e misteri dei tesori nascosti. Alcune delle slot machine di questa categoria più popolari sono slot Throne of Egypt, slot New Tales of Egypt, slot Cleopatraslot Book of Dead e tante altre. Se fai girare i rulli di queste slot machine, sii sicuro che finirai a fare un viaggio nel tempo fino all’antico Egitto, almeno per qualche minuto!

In caso avresti qualche commento o pensiero da condividere – ti aspettiamo come sempre al nostro forum. Vieni a trovarci!

Menzionati in questo articolo